Benvenuto, Visitatore. Prego Connettiti
  News:
  HomeHelpCercaLogin
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6
"Analisi o curiosità sui brani Classici et varie" (Letto 113618 volte)
vitoliuzzi
Ex Utente




Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #40 - 04.03.2007 alle 13:53:25
 
http://www.anne-sophie-mutter.de/me_fk_patkolo.php

ROMAN PATKOLO' (by Vito Liuzzi).

Occhio a questo "ragazzino" del 1982. Carriera e successo già assicurati sin da adesso. Certo che cominciare lo studio del contrabbasso a 13 anni ed essere seguito da un certo Klaus Trumpf non è una cosa così comune. Suonare con Vengerov è ancora meno comune per un contrabbassista. Ma adesso anche la Mutter sembra averci posato su gli occhi ... non travisate le mie parole !!! Morale della favola? Se geneticamente si nasce con certe caratteristiche e doti musicali, alla fine vengono fuori. Secondo me è un bene per il mondo contrabbassistico, visto che questo sconosciuto strumento si va ad affiancare a nomi eccelsi del violinismo internazionale.
Non credo sia una trovata pubblicitaria! Patkolò suona ad altissimi livelli e non può che migliorare.

Saluti

Vito

p.s.: (OT) lo dico per i più giovani contrabbassisti. Non dimenticate il grandissimo OVIDIU BADILA (prematuramente scomparso). A detta del maestro Emilio Benzi, era in grado di eseguire a memoria tutto il repertorio di Bottesini ed altro in un "sol'" boccone. Secondo me i suoi Cd rimarranno alla storia.


Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
proudhon_bakunin
Full Member
***
Offline

W questo FORUM!!!

Messaggi: 238
Torino
Sesso: male
Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #41 - 05.03.2007 alle 08:57:31
 
Confermo l'episodio sul M° Badila; ho sentito personalmente l'episodio da una fonte diretta diversa dal m° Benzi.

Ciao
Daniele
Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
vitoliuzzi
Ex Utente




Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #42 - 06.03.2007 alle 16:25:04
 
VARIE

JU FANG LIU by Vito Liuzzi



E poi dicono che il contrabbasso non sia uno strumento per "ragazze".
Strano, perchè a vedere Ju Fang Liu, primo contrabbasso nell' orchestra sinfonica statunitense di Indianapolis (cosa non da poco) le cose sembrerebbero stare in un altro modo.
Del resto ricordo che quando partecipai al Bottesini il numero di ragazze iscritte erano moltissime e suonavano veramente bene.
Grande impegno e dedizione. Del resto anch'io ho avuto tre ragazze come mie allieve di cui una è arrivata al Diploma, nonostante al sesto anno veniva a fare lezione con un bel pancione poichè era incinta. Esperienza incredibile ... specie per il nascituro che forse veniva "cullato" dalle ampie frequenze del mastodonte.
Sarebbe interessante fare un sondaggio fra Conservatori ed IMP per capire la percentuale del numero di ragazze iscritte alla classe di contrabbasso. Purtroppo penso che non siano moltissime, ma potrei sbagliarmi.
Quando facevo lezione di perfezionamento per un gruppo di Koreani, c'erano due ragazzi e tre ragazze. E, OT, mi dicevano che se lì riuscivano ad entrare e "laurearsi" all' Università della Musica, era un grande onore per la famiglia e ti consideravano come un medico od un ingegnere. Altra mentalità!

Simpaticamente

Vito

p.s.: non vi preoccupate! La "Liu" non è mia parente, e neanche il bravissimo primo contrabbasso della Fenice maestro Matteo Liuzzi ... e neanche l' ottimo pilota di Formula Uno Vitantonio Liuzzi (è simpatico che trovano il mio sitarello quando cercano "vito liuzzi" !!). Ohhh... qua l' unico "LIU" scarso sono io. Mah, forse dovevo nascere in Malesia!

Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
vitoliuzzi
Ex Utente




Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #43 - 10.03.2007 alle 13:04:50
 
VARIE

DAVID GROSSMAN by Vito Liuzzi

http://davidjgrossman.com

Membro della New York Philharmonic e di altre formazioni orchestrali (anche Jazz ...), nonchè docente di Contrabbasso alla Manhattan School of Music, cosa può chiedere di più un contrabbassista classico/jazz che ha anche inciso pure due Cd interessantissimi (uno classico ed uno Jazz)? Una bella realtà di un contrabbassista che assolutamente non avevo idea di chi fosse (ma ce ne sono tanti altri e pure molto bravi).
Ancora una volta, ritornando al problema delle trascrizioni, il suo Cd classico, come potete vedere dal sito, è praticamente basato su trascrizioni prese dal violoncello o anche violino. Sembra che per avere successo questa sia la strada da percorrere ... sembra! Poichè secondo me c'è ancora molto da dire sui brani "realmente" scritti per contrabbasso che potrebbero essere ancora meglio interpretati. Il problema è che questo repertorio, ad oggi, non è così scarso come si può pensare, ma presenta molti brani (dei pochi che già ci sono) che effettivamente non sono proprio sfrutto di qualche genio Occhiolino!

Saluti

Vito Liuzzi
Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
vitoliuzzi
Ex Utente




Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #44 - 14.03.2007 alle 11:05:14
 
Edicson Ruiz plays Lars-Erik Larsson, by Vito Liuzzi

Questo "ragazzo" suona veramente bene, in generale.
Non ho un link particolare da potervi fornire, ma se volete vedere questo splendido video vi dovete connettere al sito di Jason Heath.

Quindi:

http://jasonheath.blogspot.com/search/label/bass%20videos

E selezionare : "Edicson Ruiz - Berlin Philharmonic Bassist video" (vi consiglio di scaricarlo in alta qualità per apprezzare al meglio le qualità solistiche di questo grandissimo giovane talento ... insieme a Roman Patkolò!! ... e chissà quanti altri).

Sempre dallo stesso Link, scendendo più in basso trovate altri video bellissimi fra cui quelli di FURTOK e Bassist Roman Patkoló plays Zigeunerweisen. Quest' ultimo è forse il filmato che non dovete assolutamente perdere perchè suona Sarasate con una tecnica brillantissima ma anche estremamente logica e ben studiata.

Insomma i nomi più di modo oggi sembrano essere:

ROMAN PATKOLO'
EDICSON RUIZ
BOGUSLAW FURTOK (in ordine puramente casuale).

Saranno questi i futuri Karr, Rabbath ... del III millennio.

Forse non avranno mai quell' eleganza stilistica di un Petracchi, tanto per fare un nome di casa nostra, ma il livello virtuosistico sul contrabbasso, sotto tutti i punti di vista si è paurosamente elevato. Che sia da sprono a tutti gli amanti e/o studenti.

Vito Liuzzi
Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
Amin
Junior Member
**
Offline

W questo FORUM!!!

Messaggi: 99
Ancona
Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #45 - 14.03.2007 alle 14:14:50
 
Edicson Ruiz e' assolutamente sensazionale.
E' del 1985... scioccante.
E' stato finalista al Bottesini quando vinse il Maestro Siragusa... aveva tipo 14 anni...

Occhio ai sudamericani... suonano da paura e vengono su come razzi.. hanno un modo molto istintivo e naturale e molti anche un gran talento musicale...(anche gli spagnoli..!)
Quelli che riescono a mettere la testa a posto poi fanno tombola.. non tutti si "raddrizzano" al rigore e alla disciplina, ma chi si inquadra poi fa il botto.
Ne conosco qualcuno e quelli che conosco sono davvero favolosi strumentisti. Giovanissimi tra l'altro....

Quanta invidia.....!
Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
vitoliuzzi
Ex Utente




Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #46 - 14.03.2007 alle 16:47:21
 
[quote author=Amin  link=1160107989/45#45 date=1173878090]Edicson Ruiz e' assolutamente sensazionale.
E' del 1985... scioccante.
E' stato finalista al Bottesini quando vinse il Maestro Siragusa... aveva tipo 14 anni...

Occhio ai sudamericani... suonano da paura e vengono su come razzi.. hanno un modo molto istintivo e naturale e molti anche un gran talento musicale...(anche gli spagnoli..!)
Quelli che riescono a mettere la testa a posto poi fanno tombola.. non tutti si "raddrizzano" al rigore e alla disciplina, ma chi si inquadra poi fa il botto.
Ne conosco qualcuno e quelli che conosco sono davvero favolosi strumentisti. Giovanissimi tra l'altro....

Quanta invidia.....! [/quote]

Ma sai caro Amin, l' invidia non è un sentimento positivo, sono certo che tu lo abbia detto con un' altra consapevolezza.
Ormai il mondo è abbastanza globalizzato e fortunatamente per il contrabbasso ci sono giovani contrabbassisti che ascoltano o possono vedere i Grandi in azione. Cosa che magari quarant' anni fa era impossibile. Ecco perchè è più facile che emergano talenti come Ruiz e magari tanti altri. Del resto le sorti del nostro strumento sono affidate alla loro genialità "cromosonica", cosa che non tutti logicamente possono possedere. Poi concorrono altri fattori, molti dei quali sono legati anche alle possibilità finanziarie di poter studiare in Scuole serie e con maestri preparati. Ma chi merita ... merita. E dovrebbe essere incentivato  dallo Stato, anche con sovvenzionamenti o altre facilitazioni affinchè gli studi vengano portati avanti in una certa direzione. Da noi purtroppo questo non accade, e vale un pò per tutti gli strumenti. Tenendo sempe conto che non tutti possono essere dei Ruiz. Certo è che i nostri giovani ragazzi devono avere la consapevolezza che il livello internazionale è molto alto. Frequentare un Conservatorio o IMP come "dopo scuola" non ha senso, anzi è una perdita di tempo. Se poi non ci sono strutture ricettive, questo è un problema che riguarda anche il mondo dell' Università e della Ricerca.
Purtroppo la Musica non è mai stata, ormai da tempo, fra le priorità su cui investire. Questo rischia di lasciarci molto indietro ... se già non lo siamo. Ma è sempre meglio confidare nella Speranza religiosamente o laicamente intesa.

Ciao.

Vito
Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
Amin
Junior Member
**
Offline

W questo FORUM!!!

Messaggi: 99
Ancona
Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #47 - 16.03.2007 alle 14:14:04
 
condivido le preoccupazioni e le riflessioni che sono emerse..

Valorizzare chi fa bene la propria attivita' e' un modo per far crescere socialmente e culturalmente un Paese.

Al nord europa sembrano averlo capito da un pezzo.
Dei bravi medici che possono lavorare fanno il bene della popolazione, dei bravi ingegneri che possono lavorare miglioreranno la vita della gente, dei bravi artisti che possono lavorare fanno del bene alla societa', dei bravi operai specializzati costruiranno cose che funzionano.. e cosi' via..e cosi', si alza il livello culturale e civile della societa'.

il punto principale e' che c'e' attenzione per chi fa bene e professionalmente una cosa a prescindere dal resto e  i mezzi e le strutture sono messi a disposizione.. e' un circolo virtuoso..

OTissimo: ieri ho visto Pekka Kuusisto, giovane violinista finlandese.
E' uno degli artisti che mi ha piu impressionato in assoluto nella mia vita.. un talento inimmaginabile. un approccio alla musica fresco, spontaneo, vivo e gioioso. Quasi strano per un finlandese che viene dai ghiacci!! (quanto sono cattivo).
Ha suonato il concerto di Sibelius.. e tre bis (Bach).
E' venuto giu il teatro. Neanche per la Mullova, la Gutman, Kremer o Quarta e'esploso tanto entusiasmo.
Suona un violino Giovanni Battista Guadagnini del 1752, gentilmente offerto dalla Finnish Cultural Foundation.
Questo tanto per rimarcare la faccenda..

ps- si, non intendevo "invidia" come quel sentimento maligno e meschino, ma come "vorrei poter suonare anch' io come lui e avere il talento che ha lui!!"
saluti
Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
vitoliuzzi
Ex Utente




Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #48 - 16.03.2007 alle 16:15:55
 
[quote author=Amin  link=1160107989/45#47 date=1174050844]ps- si, non intendevo "invidia" come quel sentimento maligno e meschino, ma come "vorrei poter suonare anch' io come lui e avere il talento che ha lui!!"
saluti [/quote]

Quando il talento è "puro" o come lo definisco io "genetico" non c'è nulla da fare: è un dono della Natura (Deus sive Natura).
L' importante è che una Società faccia in modo che queste ricchezze artistiche non vengano lasciate a se stesse.
Poi c'è la categoria dei musicisti o strumentisti in generale che hanno lavorato bene e che in un certo modo si sono costruiti bene sotto tutti i punti di vista. Il loro valore non è da meno dei primi, anzi io li apprezzo maggiormente poichè hanno dovuto lavorare più duramente rispetto ad altri a cui tutto viene facile per dono ricevuto.
Poi ci sono gli "sparlatori" che non accettano il proprio livello e che non si sono dati mai da fare realmente per tentare almeno di alzarlo, lavorando e facendo sacrifici. Sono i più pericolosi !!!

Ciao, Amin

Vito
Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
savist
YaBB Newbies
*
Offline



Messaggi: 26

Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #49 - 21.03.2007 alle 11:07:19
 
Chi di voi mi sa dire dove posso trovare un disco con l' incisione del concerto di Henze?

Grazie!

Ciao a Tutti!!!
Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
vitoliuzzi
Ex Utente




Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #50 - 21.03.2007 alle 16:48:04
 
[quote author=savist  link=1160107989/45#49 date=1174471639]Chi di voi mi sa dire dove posso trovare un disco con l' incisione del concerto di Henze?

Grazie!

Ciao a Tutti!!! [/quote]

Personalmente non credo di poterti aiutare.
Avrai forse sentito il Petracchi nella sua intervista su xbass.org che, parlando di questo concerto di Henze effettivamente commissionato da Gary Karr, asserisca come un vero contrabbassista si possa definire tale solo se è in grado di suonare detto concerto.
Non credo che il Petracchi lo abbia inciso, ma mi posso sbagliare. Forse qualcuno più fortunato potrebbe avere un suo video o registrazione fatta dal vivo. Non lo so.

Tuttavia, e forse dalle tue ricerche lo avrai trovato anche tu, c'è questo cd (o più, non l' ho ben compreso) chiamato "Henze collection" dove risulta che Gary Karr abbia inciso con la English Chamber Orchestra questo concerto. Ma sembra non disponibile ... sembra, poi magari qualcuno lo trova. Non sono un collezionista di cd per contrabbasso classico!

Andando a vedere nella produzione AMATI di Gary Karr, uno pensa di trovarlo. Ma mi pare che non ci sia ... potresti controllare meglio tu. Perchè, effettivamente, conoscendo Gary Karr sicuramente lo avrà inciso, come risulta dalle fonti.

Il problema è capire dove sia effettivamente reperibile, o se altri solisti lo abbiano registrato.

Spero che qualche esperto ti possa materialmente aiutare.

A presto

Vito

p.s.: se trovi qualcosa magari tienici al corrente. La cosa m' incuriosisce !!!




Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
vitoliuzzi
Ex Utente




Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #51 - 21.03.2007 alle 21:13:01
 
[quote author=savist  link=1160107989/45#49 date=1174471639]Chi di voi mi sa dire dove posso trovare un disco con l' incisione del concerto di Henze?

Grazie!

Ciao a Tutti!!! [/quote]

Allora, Savist, ho avuto il piacere di sentire via mail Gary Karr tutto in un giorno, incredibile. Non so se altri abbiano inciso il concerto di Henze. Lui lo ha fatto, ed era naturale come ti avevo detto che lo incidesse. Senti però che storia.
Mi ha detto che sul suo sito personale il Concerto di Henze non si trova perchè la Deutche Grammophone non glielo ha permesso. Il Maestro mi dice che lui molti anni fa chiese alla DDG di realizzare un Cd di questo Concerto e quasi sicuramente sarà stato realizzato perchè Karr chiese una copia del CD per sè. Ma cosa strana e incredibile è che la Deutche gli disse praticamente di andarlo ad ordinare dal negozio di dischi a lui più vicino. Parole del Maestro. Lo stesso Karr fece presente alla Deutche di voler divulgare questo Cd tramite il suo sito, ma questi gli risposero che la sua compagnia, cioè la AMati Production, era troppo piccola ed insignificante. E stiamo parlando di Gary Karr. La cosa lo fece così arrabbiare che decise addirittura di non menzionare l' esistenza di questo credo Cd sul suo sito (e del fatto che avesse inciso il concerto di Henze).
Insomma, un LP con questo Concerto esiste ma bisogna vedere se è disponibile ancora. Sicuramente anche il Cd ... ma lo hanno ancora in catalogo? Lo hanno mai avuto, mi chiedo io?
Perchè non mandarlo a chi lo ha inciso? E' una storia strana!
Lui mi ha detto che ritiene che la DDG dovrebbe avere qualcosa.
Io non ho trovato niente. Prova tu? Magari sei più bravo di me in queste ricerche. Su Amazon.com c'è questa "Henze Collection" con l' incisione del Concerto di Henze fatta da Gary Karr.
Ripeto, non so se altri lo abbiano inciso. Ma chi possiede l' incisione di Karr se la tenga ben stretta.
Strana storia!

Magari poi va a finire che è ancora nel catalogo della Deutche. Mah..!!!

Ciao

VitC
Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
savist
YaBB Newbies
*
Offline



Messaggi: 26

Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #52 - 22.03.2007 alle 10:05:53
 
Grazie Mille Vito per esserti interessato!!!

Al momento anch' io ho trovato solo l' incisione di karr sul sito della amazon.de. Ma a quanto pare non è disponibile.

La mia ricerca comunque va avanti!
Se riesco a trovare qualcosa di interessante ti(vi) farò sapere....

Ancora grazie!!

Ciao
Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
vitoliuzzi
Ex Utente




Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #53 - 22.03.2007 alle 10:26:29
 
[quote author=savist  link=1160107989/45#52 date=1174554353]Grazie Mille Vito per esserti interessato!!!

Al momento anch' io ho trovato solo l' incisione di karr sul sito della amazon.de. Ma a quanto pare non è disponibile.

La mia ricerca comunque va avanti!
Se riesco a trovare qualcosa di interessante ti(vi) farò sapere....

Ancora grazie!!

Ciao [/quote]

Il Maestro Karr mi ha fatto capire che forse mi inviava l' LP del suo Concerto di Henze. Di solito quando promette qualcosa, mantiene la parola. Se lo dovessi ricevere ti faccio sapere.
Non l' ho mai studiato (non so se avrò le forze per farlo!!!) ma dopo questa storia un pò incredibile, sono proprio curioso.

Mi chiedevo! Sembra che sia fuori catalogo per la Deutche Grammophon perchè Savist, se provi anche tu, vedrai che il nome di Gary Karr appare. Ma nell' ulteriore ricerca ti dice che non risulta alcun oggetto. Potrebbe essere utile cercare su Ebay? Chissà!

Ciao

Vito Liuzzi

p.s.: una riflessione! Ad ogni modo solo GARY KARR poteva incidere per la Deutche Grammophon (poi bisogna vedere come sono andate le cose). E questa cosa fu all' epoca, secondo me, la consacrazione di uno dei più grandi (forse il più grande) contrabbassisti classici del mondo.  
Sai, Savist, la curiosità diventa ancora più morbosa se penso che solitamente le incisioni della Deutche sono fra le migliori al mondo da un punto di vista tecnico-sonoro.
Ma sono certo che qualche contrabbassista italiano sia in possesso di questa incisione che adesso possiamo veramente considerare un reperto storico!!!
Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
savist
YaBB Newbies
*
Offline



Messaggi: 26

Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #54 - 22.03.2007 alle 10:38:52
 
http://www.hottracks.co.kr/Hottracks?app=ttop.shop.user.music.ProdDetailGApp&c=1...

Credo di averlo trovato su questo sito!
Non riesco a leggere le informazioni, ma con un pò di intuito, sono,credo, riuscito a scovarlo!

Anche se è scritto tutto in coreano(si credo sia questa la lingua) ed è anche in offerta a quanto pare!

Per ordinarlo ora non so che fare.....

Ciao!!!


Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
vitoliuzzi
Ex Utente




Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #55 - 22.03.2007 alle 10:52:38
 
[quote author=savist  link=1160107989/45#49 date=1174471639]Chi di voi mi sa dire dove posso trovare un disco con l' incisione del concerto di Henze?

Grazie!

Ciao a Tutti!!! [/quote]

Gary Karr, Concerto di Henze by Vito Liuzzi

http://cgi.ebay.it/Hans-Werner-Henze-4-Rare-DGG-LPs-Cello-Violin-Music_W0QQitemZ...

Savist,
su Ebay sono riuscito a trovarlo.
Come vedi si tratta di 4 LP a 90 Euro. Chi vende è un giapponese. Se proprio ti interessa ... sbrigati Smilie!



Certo vedere il nome dell' immenso Gary Karr in questa fotografia, a prescindere dai gusti personali, fa un certo effetto.
Magari i jazzisti non potranno capire perchè i loro grandi interpreti hanno inciso ed incidono ancora oggi per grosse etichette specializzate.

Ma per un contrabbassista classico è, ancora oggi, praticamente impossibile incidere per una etichetta storica come la Deutche Grammophon. Forse solo Edgar Meyer ha l' appoggio della Sony, anche se per lui c'è da fare un discorso particolare e differente.

Ma Gary Karr è GARY KARR! E poi dicono che sparo sentenze Smilie! Ma ditemi voi chi ha fatto di meglio fra i contrabbassisti classici per ottenere un tale onore, purtroppo "disonorato" perchè se mai è stato registrato un Cd (penso di si!) è andato tutto fuori catalogo.

Grazie Savist per avermi fatto scoprire indirettamente questa particolarità di un Karr che ha addirittura inciso per la DEUTCHE GRAMMOPHON. Forse perchè credevano che il suo contrabbasso fosse un autentico AMATI Occhiolino!

Ciao

VL





Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
savist
YaBB Newbies
*
Offline



Messaggi: 26

Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #56 - 22.03.2007 alle 11:18:47
 
Purtroppo al momento 90 € non li ho.
Il mio portafoglio al momento è solo pieno di Ragnatele.
Spero solo di ritrovarlo quando potrò permettermelo, o  che qualcuno del Forum approfitti...

Comunque grazie!!!
Ciao
Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
vitoliuzzi
Ex Utente




Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #57 - 22.03.2007 alle 13:21:05
 
[quote author=savist  link=1160107989/45#56 date=1174558727]Purtroppo al momento 90 € non li ho.
Il mio portafoglio al momento è solo pieno di Ragnatele.
Spero solo di ritrovarlo quando potrò permettermelo, o  che qualcuno del Forum approfitti...

Comunque grazie!!!
Ciao [/quote]

Grazie a te Savist.
Ti ringrazio perchè è stato merito tuo se sono andato a dissotterrare questo Concerto di Henze che comprai anni fa e dopo un primo sguardo capii che non era il caso di metterci il mio nasone dentro. Dovrei prima imparare a solfeggiarlo, poi capire dove stanno le note, quindi diteggiarlo, poi magari dare una certa forma d' interpretazione ... una sfida che lascio volentieri alle menti più giovani ed attive e capaci. E' molto probabile, o certo, che non rientra "fra le mie corde", vista una certa incapacità genetica per un determinato repertorio! Certo che non mi dispiacerebbe capire come funziona col pianoforte. Forse il mio Maestro, che è una biblioteca vivente su tutto quello che riguarda il contrabbasso, ed un altro validissimo ricercatore e notevole esecutore che è il maestro Presicci (Docente a Lecce), potrebbero avere qualcosa!!! Io mi sono fermato a Capuzzi!


"Mia considerazione"
Però, Savist, è interessante notare (scappo che devo andare dai miei quattro "gatti" di allievi ... detto in modo affettuoso) come i concerti che definiamo "contemporanei" scritti per il Petracchi dai vari compositori abbiano una determinata linea costruttiva e mantengono una certa "melodia" pur nella loro atipicità. In questo senso Rota e Trovajoli hanno scritto delle strutture armonico-melodiche geniali, ed hanno saputo sfruttare in un certo modo le capacità espressive e tecniche dello strumento. Poi il Petracchi ha inciso anche Zbinden, sempre con la sua grande eleganza esecutiva e perfezione tecnica. Zbinden è un altro autore che mi piace perchè più facile da solfeggiare!!! Se poi il Petracchi avesse inciso anche Henze, magari avrebbe sbaragliato Karr! Non è che qualcuno per sbaglio ha una registrazione dal vivo del Petracchi!!!
Voglio dire: avere questa capacità a 360° nel campo dell' interpretazione di autori di ogni epoca e con differenti difficoltà tecniche, oggettivamente, non è da tutti! Ecco perchè concordo con Alveram quando lui diventa molto scettico verso le trascrizioni da altri strumenti. Nel senso che già per fare bene le cose scritte per contrabbasso ci vorrebbero, per musicisti normali, sette vite! Solo che un Cd con sopra scritto i soliti nomi "ignoti" ai più potrebbe non dare molte soddisfazioni Occhiolino! Il dibattito continua ... ed ogni opinione è la benvenuta!

Cmq. grazie Savist .... poi mi spiegherai perchè proprio il concerto di Henze Smilie!

Ciao

Vito
Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
savist
YaBB Newbies
*
Offline



Messaggi: 26

Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #58 - 22.03.2007 alle 15:36:23
 
Ti rispondo subito.

La mia era (a)solo una curiosità.
Avevo sentito parlare di questo concerto e inoltre dopo l' intervista a Petracchi.....

Comunque per quanto riguarda le trascrizioni da altri strumenti non credo si debba generalizzare troppo la questione. E' vero che magari molto musicisti (contrabbassisti) eseguono pezzi da altri strumenti, secondo il mio parere, solo per aumentare la vendita dei propri album(una romanza di beethoven di sicuro e più conosciuta di un concerto di mortari,  sifonia o proto).
Ma sono anche del tutto convinto che studiare una suite di Bach, eseguita dentro le mura della propria casa per puro divertimento, non può far altro che accrescere il bagaglio culturale di un musicista.
E non vedo perchè rinunciare a tanta bella musica...

E il miglior modo, credo, per formare la propria cultura musicale non è ascoltare, ma Eseguire.

Ciao a tutti


Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
vitoliuzzi
Ex Utente




Re:  "Analisi o curiosità sui brani Clas
Risposta #59 - 23.03.2007 alle 11:53:29
 
[quote author=savist  link=1160107989/45#58 date=1174574183]

E il miglior modo, credo, per formare la propria cultura musicale non è ascoltare, ma Eseguire.

Ciao a tutti
[/quote]

Parole Sante! Complimenti!
Se però si unissero le due cose, Ascolto-Esecuzione (specie per confrontare e studiare differenti stili ... tanto poi alla fine ogni Musicista serio finisce per suonare la Sua musica, la Sua interpretazione) non sarebbe mele da un punto di vista didattico.

Ciao

Vai all’inizio pagina
 
 
  IP Loggato
Pagine: 1 2 3 4 5 6

hosting by